Finart CNA

Reclami e Privacy

Reclami

Per Finartcna, il reclamo rappresenta un’occasione per migliorare la qualità nell’erogazione dell’assistenza dei richiedenti credito. Le filiali dislocate sul territorio sono disponibili a fornire risposte e chiarimenti richiesti dai nominativi che si sono rivolti a FINARTCNA quora il richiedente non avesse ricevuto soddisfazione e/o in caso di aspetti di una certa complessità potrà formulare uno specifico reclamo nel seguente modo:

Finartcna si impegna a rispondere in modo sollecito e comunque entro 30 gg. dalla data di  ricevimento del reclamo. Al riguardo la vigente normativa non prevede per il richiedente la mediazione creditizia la possibilità di ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario per dissidi sorti direttamente con il mediatore, quale è FinartCna, poiché quest’ultimo non può essere considerato legittimato passivo autonomo dinanzi all’ABF per controversie sorte con un suo cliente.

Presso tutte le sedi operative di FinartCna è comunque consultabile la GUIDA PRATICA DELL’ARBITRO FINANZIARIO E BANCARIO scaricabile cliccando sul link che segue: Guida

Al seguente link è invece possibile scaricare la RELAZIONE SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI PER L’ANNO 2023: Relazione

Whistleblowing

Con il termine whistleblowing (denuncia) s’intende la rivelazione spontanea da parte di un individuo, detto “Segnalante” (in inglese “whistleblower”, neologismo introdotto dall’inglese americano) di un illecito o di una irregolarità commessa all’interno della Società, del quale lo stesso sia stato testimone nell’esercizio delle proprie funzioni. Il Segnalante, spesso, è un dipendente ma può anche essere una terza parte, per esempio un fornitore o un cliente.

In ottemperanza alla normativa relativa al whistleblowing, si mettono a disposizione ai seguenti link

Privacy

Informativa sul trattamento dei dati

Dati di contatto:
Responsabile della protezione dei dati (DPO)
PEC dpo.finartcna@cert.cna.it
Email dpo@finartcna.it